Home News Un mercato inaspettato per gli IPv4
Un mercato inaspettato per gli IPv4 PDF Stampa E-mail
Giovedì 30 Aprile 2015 11:38

Un mercato inaspettato per gli IPv4

Gli ultimi indirizzi IPv4 stanno per terminare, lasciando il posto ai successori IPv6. Eppure, nonostante i nuovi servizi introdotti con il nuovo Internet Protocol e nonostante la semplificazione nella gestione delle reti IP, sembra che molti utenti siano ancora alla ricerca dei vecchi IPv4, alimentando un vero e proprio mercato di rivendita.

L’ American Registry for Internet Numbers (ARIN) ha recentemente annunciato che restano a disposizione oramai pochi indirizzi IPv4 liberi ed ha stimato che entro il 16 Giugno del 2015 si sarebbero esauriti completamente. Europa, America Latina e Asia hanno già svuotato la loro riserva di indirizzi, mentre l’Africa resta uno dei continenti con il numero maggiore di IPv4 a disposizione.

Basandosi su un puro ragionamento matematico, si potrebbe affermare che gli IPv6 siano la naturale evoluzione degli IPv4 e che ben presto si svilupperanno a macchia d’olio. Basti infatti pensare che l’IPv4 riserva 32 bit per l’indirizzamento e riesce a gestire 232 indirizzi, mentre l’IPv6 riserva 128 bit per l’indirizzamento e riesce a gestire ben  2128 indirizzi. Ciò significa ad esempio che per ogni metro quadro di superfice terrestre ci potrebbero essere 655.571 miliardi di miliardi di IPv6 unici, mentre soli 0,000007 IPv4 unici. Una disponibilità dunque di indirizzi IPv6 unici virtualmente illimitata. Eppure non si sta registrando un grande utilizzo di questi nuovi Internet Protocol.

Secondo le ultime statistiche State of the Internet di Akamai, la prima nazione a promuovere e utilizzare gli indirizzi IPv6 è il Belgio, a seguire altri stati Europei, la Germania e gli Stati Uniti d’America.

ipv4 ipv6 andamento

Gran parte di questa crescita non proviene dai fornitori di servizi Internet tradizionali, ma dagli ISP mobili. Àd esempio Verizon è stata la prima a riconosce che gli indirizzi IPv6 fossero una necessità e non un’opzione. Nel 2014 oltre la metà dei clienti di Verizon Wireless utilizzavano IPv6 e quasi il 30% degli utenti T-mobile era su IPv6. Ma nel mondo dell’Internert tradizionale lo sviluppo degli IPv6 non segue lo stesso andamento, soprattutto se si tratta di governi o settori finanziari. Il Dipartimento di Difesa americano ad esempio aveva annunciato l’uso degli IPv6 a partire dal 2008, ma nel 2015 ha confermato che non è stata ancora possibile la migrazione dagli IPv4.

IPv4, un mercato fiorente in Romania

Ma se gli Ipv6 non vengono ancora utilizzati e gli IPv4 sono terminati, cosa sta accadendo? Semplice, molti utenti stanno acquistando vecchi indirizzi IPv4, fomentando un fiorente mercato di rivendita. Secondo Doug Madory, direttore analisi della Dyn Research, il mercato degli indirizzi IPv4 ha avuto inizio quando la prima azienda Addrex ha aperto le porte a questo mondo, mettendo a disposizione un vero e proprio marketplace degli indirizzi IP. Al momento esistono oltre due dozzine di servizi online che offrono questa tipologia di rivendita.

Gli indirizzi IPv4 in vendita provengono da svariate fonti. Nell’area europea e medio oriente la maggior parte provengono da ISP della Romania. Il costo di un singolo indirizzo è di 10 dollari. Sebbene possa sembrare un prezzo minimo, bisogna considerare che vi sono molte aziende che intendono spendere cifre considerevoli pur di aggiudicarsi gli indirizzi IPv4, come ad esempio Saudi Telecom, l’ISP principale dell’Arabia Saudita, che ha speso oltre 15 milioni di dollari.

Le aziende quindi, sembrano intenzionate a spendere fior di quattrini pur di poter mantenere il vecchio schema degli indirizzi IPv4. La Romania ha dimostrato come dietro tale settore si celi un business rigoglioso, probabilmente in futuro altre aziende potranno muoversi verso questo mercato per guadagnare un po’ di denaro facile. Bisogna però tenere in considerazione che il crescente utilizzo di Intenet e soprattutto dei dispositivi mobile, porterà al declino forzato degli indirizzi IPv4. Entro un decennio, infatti, non saranno probabilmente più disponibili indirizzi, neppur pagando cifre stratosferiche.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.