Home News SDN Google: ne parla il vicepresidente Holzle
SDN Google: ne parla il vicepresidente Holzle PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Giugno 2015 15:42

SDN Google: ne parla il vicepresidente Holzle

Urs Holzle, il vicepresidente per le infrastutture tecniche di Google, in una intervista per Network Magazine, ha parlato della distribuzione SDN OpenFlow-based  dell’azienda e di come questa abbia aiutato nel corso del tempo la gestione della rete streamline. Come vicepresidente ha avuto modo di prendere attivamente parte al progetto B4, una WAN privata che collega tutti i data center dell’azienda.

Secondo Holzle, il progetto B4 ha notevolmente aiutato nella gestione della rete. Come egli stesso dichiara nell’intervista, grazie a questo balzo in avanti, “non c’è bisogno di essere un tecnico di rete per controllare una rete; si può fare ad un livello superiore, a livello di applicazione. Questa è stata una grande differenza per noi”. Il vero valore del progetto, infatti, per il vice presidente risiede a monte dello switch, nel piano di controllo. Alla domanda se per attuare il progetto è stato costruito e utilizzato del nuovo hardware, Holzle risponde che l’hardware utilizzato era già a disposizione di Google anche se per scopi diversi, e non essendoci altro hardware commerciale che poteva essere controllato con OpenFlow, la scelta è stata quasi obbligata. In ogni caso Holzle tiene a precisare che non è l’hardware ad essere il componente chiave del successo del progetto B4 e della distribuzione SDN di Google. Al momento non vi è ancora necessità di aggiornamento, ma qualora bisognasse cambiare switch, il vice presidente è convinto che il sistema funzionerebbe lo stesso benissimo, perché la chiave del successo risiede a monte dello switch e non nella scatola di silicio.

L’evoluzione della SDN di Google

Urs Holzle racconta che originariamente solo ed esclusivamente i data center aziendali erano interconnessi. Oggi, invece, Google possiede più PoPs lungo la strada che gli consentono di garantire un routing più efficiente e failover. Se prima un data center era connesso direttamente ad un data center in Asia, oggi ci sono più percorsi. È possibile ora monitorare il flusso dei pacchetti e valutare quello che in realtà accade all’interno della rete.

Holzle durante l’intervista racconta quanto sia stato duro portare avanti il progetto e giungere ai livelli attuali. Durante il primo anno ci si chiedeva continuamente “è possibile si verifichi un guasto” e la risposta era “si certo è possibile, il codice è nuovo”, oppure “siamo perfetti” e la risposta era “no, probabilmente non lo siamo ancora”. Eppure in Google c’è stata la volontà di affrontare il rischio, pur di portare avanti l’innovazione.

Secondo Holzle il successo è stato in parte dovuto all’eccellente infrastruttura di test a disposizione di Google. Ancora oggi l’azienda di Mountain View sta investendo in essa, reputandola la spina dorsale del progetto. Sull’infrastruttura di test Google infatti effettua le prova delle varie versioni del software per diminuire al minimo il rischio e valutare il funzionamento. Trattandosi di un simulatore abbastanza fedele, la stessa infrastruttura è stata utilizzata anche in fase di formazione. Ciò ha consentito di tenere sempre basso il tasso di errore durante la scrittura del codice.

Quali sono i vantaggi della SDN

Uno dei vantaggi insiti del sofware-defined networking (SDN) è il fatto che il piano di controllo venga eseguito a livello software su un server, ogni qual volta vi è la necessità di un aggiornamento è possibile effettuare dei test utilizzando le stesse tecniche usate per testare i software sui server.

Il vice presidente dell’infrastruttura di Google afferma che grazie all’SDN alcune parti di routine di livello inferiore scompaiono e si giocherella sempre meno con le configurazioni dei router, ma d’altro canto c’è molta più “roba” ad alto livello che consente che di dare più valore ai servizi forniti ai clienti.

Secondo Holzle il ruolo dell’amministratore di rete e dell’amministrazione generale del sistema con l’SDN si fondono. Il mondo del networking si sta evolvendo continuamente, ed acquisire competenze software in tale ambito è fondamentale.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.