Home News PHP 7, erede di PHP NG: installarlo su VPS Ubuntu
PHP 7, erede di PHP NG: installarlo su VPS Ubuntu PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Aprile 2015 14:00

PHP 7, erede di PHP NG: installarlo su VPS Ubuntu

Dopo aver parlato del futuro di PHP, del perché della nascita di PHP NG e della sua evoluzione come base per il nuovo PHP 7, è giunto il momento di provare a installare una versione di sviluppo di PHP 7. Durante le prove effettuate, si sono riscontrati alcuni errori non gravissimi ed è per questo che HostingTalk.it, in collaborazione con vHosting Solution, ha pensato di redigere una guida che vi conduca passo dopo passo verso il corretto setup di PHP 7, evitandovi le difficoltà e gli errori da noi riscontrati.

Per operare nel miglior modo, la redazione ha deciso di usare un VPS fra quelli proposti da vHosting Solution e, in particolar modo, la scelta è ricaduta sulla configurazione VHS-4096L, soprattutto per il numero di core che potrebbero essere di aiuto durante la compilazione del pacchetto di PHP 7. Il sistema operativo prescelto è Ubuntu in versione 13.04. La guida che segue, dunque, si riferisce a questa distribuzione Linux.

Una volta attivato il VPS di interesse, bisogna attendere che giungano via email le credenziali di accesso. Ottenuti i dati di login alla macchina virtuale, bisogna collegarsi a essa via SSH. Gli utenti di Linux possono usare direttamente la console per collegarsi, mentre per Windows, è necessario scaricare l’eseguibile PuTTY, avviarlo, digitare l’indirizzo IP del VPS nel campo Host Name e cliccare su Open.

PHP 7, erede di PHP NG: installarlo su VPS Ubuntu

Non appena compare la finestra della console, digitare il nome utente (tipicamente root) e la password indicata nell’email di attivazione.

Ci si trova così di fronte alla console.

Ora, per installare PHP 7, è necessario clonare il repository php-src, configurarlo e compilarlo. Per cominciare, quindi, si crei una cartella php7 nella directory HOME, nel seguente modo:

mkdir $HOME/php7

cd $HOME/php7

ora, bisogna installare il sistema di gestione dei pacchetti git, così:

sudo apt-get install git

quando richiesto, premere Y maiuscolo sulla tastiera seguito dal pulsante Invio.

Ora, è necessario clonare in locale il repository del progetto:

git clone https://git.php.net/repository/php-src.git

e prima di procedere alla sua configurazione, per evitare eventuali errori, è necessario installare tutta una serie di librerie e pacchetti utili al raggiungimento dell’obiettivo di setup del PHP 7.

Ogni volta che viene richiesto, cliccare sul pulsante Y della tastiera e farlo seguire dalla pressione del pulsante di invio:

sudo apt-get install build-essential

sudo apt-get install autoconf

sudo apt-get install libt1-dev

sudo apt-get install libgmp-dev

sudo apt-get install re2c

sudo apt-get install bison

sudo apt-get install libxml2-dev libpcre3-dev libbz2-dev libcurl4-openssl-dev libjpeg-dev libpng12-dev libxpm-dev libfreetype6-dev libmysqlclient-dev postgresql-server-dev-9.1 libt1-dev libgd2-xpm-dev libgmp-dev libsasl2-dev libmhash-dev unixodbc-dev freetds-dev libpspell-dev libsnmp-dev libtidy-dev libxslt1-dev libmcrypt-dev

sudo apt-get install librecode-dev librecode0 php5-recode recode

Dopo aver eseguito tutte queste installazioni, è necessario preparare e configurare il compilatore, con i seguenti comandi:

cd php-src

./buildconf

./configure    --prefix=$HOME/php7/usr   --with-config-file-path=$HOME/php7/usr/etc --enable-mbstring  --enable-zip --enable-bcmath  --enable-pcntl --enable-ftp --enable-exif --enable-calendar --enable-sysvmsg --enable-sysvsem --enable-sysvshm --enable-wddx --with-curl --with-mcrypt --with-iconv --with-gmp --with-pspell --with-gdm--with-jpeg-dir=/usr --with-png-dir=/usr --with-zlib-dir=/usr --with-xpm-dir=/usr --with-freetype-dir=/usr --with-t1lib=/usr --enable-gd-native-ttf --enable-gd-jis-conv --with-openssl --with-mysql=/usr --with-pdo-mysql=/usr --with-gettext=/usr --with-zlib=/usr --with-bz2=/usr --with-recode=/usr --with-mysqli=/usr/bin/mysql_config

Ora, bisogna compilare PHP 7 con il seguente comando:

make

Affinché la compilazione abbia termine è necessario attendere circa mezz’ora. Nelle nostre prove, la compilazione è durata 26 minuti.

Il secondo comando da digitare è:

make install

e permette di installare i moduli PHP e la loro corrispondente configurazione nella cartella $HOME/php7/usr.

Configurazione del file php.ini di PHP 7

Arrivati fino a questo punto, gran parte dell’installazione è stata già eseguita. Bisogna quindi procedere con la creazione del file php.ini che dovrà essere contenuto nella cartella $HOME/php/usr/etc. Se questa cartella non dovesse essere ancora presente, digitare il comando:

mkdir $HOME/php7/usr/etc

altrimenti passare direttamente alla modifica del file php.ini, utilizzando l’editor VI, nel seguente modo:

vi $HOME/php7/usr/etc/php.ini

All’interno del file, bisogna copiare e incollare il seguente testo che rappresenta la configurazione PHP 7.

max_execution_time=600

memory_limit=128M

error_reporting=0

display_errors=0

log_errors=0

user_ini.filename=

realpath_cache_size=2M

cgi.check_shebang_line=0

zend_extension=opcache.so

opcache.enable_cli=1

opcache.save_comments=0

opcache.fast_shutdown=1

opcache.validate_timestamps=1

opcache.revalidate_freq=60

opcache.use_cwd=1

opcache.max_accelerated_files=100000

opcache.max_wasted_percentage=5

opcache.memory_consumption=128

opcache.consistency_checks=0

E finalmente possiamo provare PHP 7 usando la command line interface (CLI):

$HOME/php7/php-src/sapi/cli/php –v

Ecco cosa apparirà sullo schermo della console.

PHP 7, erede di PHP NG: installarlo su VPS Ubuntu

A questo punto, PHP 7 può essere utilizzato per i propri scopi specifici. Bisogna ricordare che il PHP 7 è ancora in sviluppo, per cui quanto mostrato ha solo scopo didattico e si invita a usare questa nuova prossima versione di PHP solo in ambienti di test e sviluppo e non in ambienti di produzione.

 

Vhosting“Questo articolo è offerto da VHosting SolutionVHosting Solution è l’azienda con un Data Center ridondato da 300 Gbps, localizzato in Germania, nel cuore dell’Europa, che fornisce in Italia servizi di hosting, domini, server virtuali VPS e server fisici dedicati. Ogni tipologia di servizio si declina in diverse soluzioni dedicate tanto ai professionisti, quanto alle piccole e medie imprese e alle aziende enterprise. Con un uptime controllabile in totale trasparenza direttamente online, attraverso il servizio Hyperspin, VHosting Solution unisce l’affidabilità tecnica e l’assenza di overselling all’economicità delle proposte commerciali, a cui si aggiunge un’assistenza tecnica professionale erogata 24 ore su 24 via Skype e ticket.” 

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.