Home News OpenStack Magnum: Container as a Service per provider cloud
OpenStack Magnum: Container as a Service per provider cloud PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Maggio 2015 11:48

OpenStack Magnum: Container as a Service per provider cloud

Al recente OpenStack Summit 2015, la piattaforma di cloud computing open source ha presentato OpenStack Magnum, il progetto che consentirà agli operatori cloud di offrire il servizio Container as a Service come servizio hosting gestito.

Si tratta di un progetto multi-tenant che combina OpenStack, Docker, Kubernetes, e Flannel ed ha la funzione, non di migliorare la tecnologia dei container, ma semplicemente di renderla disponibile ai provider che utilizzano OpenStack. Il servizio è entrato a far parte dell’elenco progetti della piattaforma open source nel mese di marzo di quest’anno. Il team di programmatori ha sviluppato il servizio di API che consente di rendere gli strumenti di gestione dei container, come Docker e Kubernetes, disponibili come risorse di prima-classe in OpenStack.

OpenStack Magnum offre una scelta di Container Orchestration Engine per implementare e gestire container all’interno di collocazioni chiamate “bays”. Attualmente per le operazioni di clustering utilizza Swarm e Kubernetes, ma la sua architettura modulare gli consente di eliminare ed inserire in futuro nuove tecnologie con facilità.

Il team di lavoro di OpenStack Magnum è sostituito da 18 aziende che contribuiscono allo sviluppo di più di 100.000 righe di codice e 1800 set di pacth.

Il futuro di OpenStack passa dai container

Il nuovo progetto OpenStack si chiama non a caso Magnum, in quanto condivide il nome di un famosissimo modello di pistola. Van Lindberg, Vice Presidente legale di Rackspace e membro del consiglio OpenStack, ha spiegato il perché di questa scelta: c’è stato un tempo in cui i produttori di armi e case automobilistiche hanno trasformato la loro produzione da artigianale a commerciale, rendendo il processo standardizzato per mezzo di una catena di montaggio. Ciò ha fatto sì che la velocità di produzione aumentasse. Similmente le architetture cloud sono costruite intorno all’idea di immagini standardizzate, container e parti. Secondo Van Lindberg  “si è giunti al punto in cui non si crea più a mano”.

Così mentre i container si stanno sviluppando per facilitare la vita dei programmatori, rendendo semplice l’assemblaggio di nuove applicazioni, un altro grande tema di interesse è la loro efficienza. Adrian Otto, Distinguisched Architect presso Rackspace, ritiene che i container porteranno un altro ordine di grandezza in termini di efficienza, ripercorrendo una strada molto simile a quella che è stata compiuta dalla virtualizzazione negli anni 2000, sebbene Otto tiene a precisare che i container sono un complemento e non una sostituzione della virtualizzazione.

I container, quindi, migliorano l’efficienza operativa eliminando tantissimi overhead. Con l’introduzione dei container non ci sono più ripetizioni inutili di common stack, linguaggi operativi e così via. Questa capacità è molto importante soprattutto per le aziende che sviluppano centinaia di applicazioni diverse. Secondo Otto, circa l’80% di ciò che oggi si trova nel cloud è molto simile da cliente a cliente, ci potrebbe essere quindi un alto livello di comunanza. Otto ha sottolineato inoltre che i container non sono uno strumento di isolamento per la sicurezza, ma sono hypervisor. Il futuro del cloud e di conseguenza di OpenStack, secondo i partecipanti all’ultimo vertice di Vancouver, passa quindi dallo sviluppo della tecnolgia sui container.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.