Home News La Corte di Giustizia invalida il Safe Harbor
La Corte di Giustizia invalida il Safe Harbor PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Ottobre 2015 14:08

Stamattina è scoppiato un terremoto digitale, epicentro Lussemburgo. La Corte di Giustizia si è espressa sul caso sollevato da Maximillian Schrems, un giovane studente di legge austriaco che ha chiesto di bloccare il trasferimento dei suoi dati personali nei server americani di Facebook. La decisione è clamorosa: il Safe Harbor, cioè la norma sull’approdo sicuro dei dati sensibili che ha certificato 15 anni fa i rapporti di fiducia tra Bruxelles e gli Stati Uniti, non è valido. Per ragioni tecniche e per ragioni storiche la Corte Europea ha di fatto spazzato via un muro di ipocrisia e messo in discussione il fondamento stesso dell’attività delle aziende della silicon valley che prosperano su questi dati.

Leggi il resto dell’articolo

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.