Home News Java 9 sarà modulare e più leggero, parola di Oracle
Java 9 sarà modulare e più leggero, parola di Oracle PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Marzo 2015 10:00

Java 9 sarà modulare e più leggero, parola di Oracle

Oracle punta a trasformare Java 9 in un pacchetto di mattoncini LEGO, con cui i programmatori potranno finalmente accedere a quella modularità tanto sperata e mai realizzata a causa della natura monolitica di uno dei linguaggi di programmazione più diffusi al mondo.

Nella speranza di dare lunga vita a Java evitando che possa fare la fine di Cobol, Oracle svela il destino della sua piattaforma di programmazione, indicando la versione 9 come la release in cui la parola modularità sarà regina delle caratteristiche.

A confermare questa posizione aziendale è Mark Reinhold, responsabile architetturale della piattaforma Java in Oracle, che durante la conferenza EclipseCon di Burlingame, California, ha proprio associato la parola modularità al rilascio della nuova versione di Java, targata con il numero 9.

La visione di Reinhold per Java 9, come indicato da Infoworld, è proprio di una piattaforma che sia simile “a una scatola di Lego” con l’opportunità per gli sviluppatori di installare e utilizzare i soli componenti di cui hanno reale necessità.

Proprio la modularità sarà la via di accesso per rendere questa versione di Java ancora più leggera, soprattutto se si considera che per le attuali versioni è necessario installare completamente tutta la piattaforma, indipendentemente da quale piccola parte venga realmente utilizzata.

Al di là della modularità di Java 9: il futuro del linguaggio

La modularità di Java 9 deriva dal Project Jigsaw, inizialmente annunciato nel lontano 2012 e focalizzato sulla modularizzazione di Java anche attraverso la volontà di rendere partizionabile il JDK (Java Development Kit), il codice sorgente e le immagini di runtime.

Una versione modulare di tutti questi componenti non può che agevolare i tempi di avvio ed esecuzione delle applet Java, anche attraverso la messa a punto di opportuni meccanismi di completamento delle operazioni fuori dai tempi di esecuzione.

La modularizzazione di Java 9 permette anche di risolvere l’annosa questione legata al percorso delle classi Java che deve essere di volta in volta specificato per consentire all’ambiente di runtime di trovare i file, le risorse e le classi utili all’esecuzione delle applet.

Non per ultimo, la modularità in Java 9 permetterà anche di migliorare l’aspetto sicurezza, la gestione dei dati in memoria e l’accesso ai grandi quantitativi di informazioni, strizzando così l’occhio al tanto in voga ambito dei Big Data.

Il rilascio di Java 9 è previsto per il prossimo 2016 e, al momento, sono già in cantiere anche le versioni successive alla 9 indicate con i nomi in codice di Project Valhalla e Project Panama.

Project Valhalla sarà la base della versione successiva a Java 9, probabilmente indicata con il numero 10, che dovrebbe introdurre una base per orientare il linguaggio Java agli oggetti, mentre la versione 11 di Java, se così si chiamerà ancora, deriverà direttamente dal Project Panama e mirerà a interconnettere la JVM ai codici nativi degli altri linguaggi, come le interfacce usate dai programmatori C.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.