Il Bill of Rights in sordina Stampa
Mercoledì 08 Aprile 2015 19:51

In un silenzio pieno di significato si è chiuso il periodo di consultazione della Dichiarazione dei diritti di Internet. Il progetto promosso da Laura Boldrini e portato avanti da Stefano Rodotà e da una commissione di esperti, ora dovrà considerare le osservazioni ricevute in questi 150 giorni (non molte per la verità, circa 600 opinioni per una ventina di proposte) e arrivare a una sintesi. Per il Bill of the Rights si può dire quel che si sta dicendo anche troppe volte del rapporto tra politica, giornalismo, contributi volontari e discussioni sull’era digitale in Italia: le buone intenzioni non bastano.

Leggi il resto dell’articolo