Home News ICT e sicurezza, 1 milione di posti di lavoro vacanti
ICT e sicurezza, 1 milione di posti di lavoro vacanti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Marzo 2015 13:12

Non solo Linux ed open source. Le aziende del settore ICT sono in cerca di professionisti per la sicurezza online. A trainare la domanda i sempre più frequenti e sofisticati “cyber attacchi” lanciati nel Web.

Il timore di intrusioni non autorizzate (breach) è insomma una delle preoccupazioni principali delle aziende che, di conseguenza, desiderano assumere figure professionali che prevengano l’insorgere di tali problematiche. Attualmente il numero di posti vacanti a livello globale avrebbe ormai superato il milione (fonte: Cisco 2014 Annual Security Report).

ICT e sicurezza[“I vertici aziendali non relegano più i problemi di sicurezza informatica ad un ambito strettamente tecnologico, la sicurezza è ora un problema che riguarda il business stesso dell”impresa. Nelle gerarchie aziendali si sta dando sempre più importanza a tali problematiche con un aumento delle risorse stanziate per affrontarle. Ciò ha contribuito considerevolmente ad incrementare la domanda di figure professionali specializzate”] ha dichiarato Charlie Benway, direttore esecutivo dell’Advanced Cyber Security Center.

A segnare il punto di non ritorno fu probabilmente il furto dei dati di oltre 40 milioni di carte di credito avvenuto nel 2006 - episodio passato alla storia come TJX Companies data-breach. Tra il 2007 ed il 2013 gli annunci di lavoro per professionisti di cyber security aumentarono sensibilmente (circa del 74% riporta l’istituto di ricerca sul lavoro Burning Glass) fino a doppiare le percentuali di crescita di tutte le altre posizioni ICT rimanenti.

Sicurezza ed ICT, buste paga in crescita

«E’ 10-12 volte più difficile trovare un professionista di cyber sicurezza che un “comune” professionista ICT» ha affermato Rashesh Jethi (service group director presso Cisco), una situazione che rende più inclini le aziende a pagare lautamente i propri impiegati.

Una rapida analisi delle buste paga conferma il positivo momento vissuto dalle “preziose” figure professionali: tra il 2014 ed il 2015 lo stipendio annuale di un Chief Information Security Officer (CISO) è salito da 134,250$ a 204,750$ (+7.1%). Un data security analyst si accontenta di 149,000$ (invece di 106,250$ per un +7.4%) mentre un network security administrator di 138,500$ (nel 2014 erano circa 99,000$, +5.3%).

A fronte dei dati riportati in questo articolo, il recente attacco alla Sony Picture non ha fatto altro che consolidare ulteriormente un trend ormai affermato.

 

 

 

 

 

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.