Home News ICANN e i problemi dei domini a due lettere
ICANN e i problemi dei domini a due lettere PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Febbraio 2015 11:00

I problemi per ICANN non sembrano essere mai abbastanza. Il meeting a Singapore, dove l’Italia non era neanche presente, è stata l’occasione per discutere delle funzioni future dello IANA e delle perplessità nella gestione che l’ICANN possa avere sull’organismo che detta le regole di Internet al mondo, ma il dopo evento è stato forse più problematico dell’evento stesso.ICANN e i problemi dei domini a due lettere

Infatti, a poche ore dalla chiusura della settimana di incontro a Singapore, il Governmental Advisory Committee (GAC) ha pubblicato un comunicato stampa ufficiale con una dichiarazione straordinaria, contenente la denuncia dei governi del mondo secondo cui l’ICANN ha processi “complessi, lunghi e ambigui”, non capaci, quindi, di proteggere la registrazione domini da eventuali abusi e frodi.

Gli argomenti a sostegno di questa ipotesi sono gli elevati livelli di burocrazia coinvolti nella Public Interest Commitments Dispute Resolution Procedure (PICDRP) e la registrazione dei domini di secondo livello a due lettere.

In particolare, quest’ultima questione sembra essere un grosso problema per ICANN.

In pratica, in passato, i nomi a due lettere sono stati generalmente utilizzati nei domini di primo livello per indicare il paese o la nazione a cui apparteneva una determinata attività presente sul Web. Così il .IT indica l’Italia, il .US indica gli USA, il .DE indica la Germania, il .UK indica il Regno Unito e via discorrendo.

Proprio per l’uso che si era deciso di fare dei nomi a due lettere nei domini di primo livello, l’ICANN aveva limitato e, spesso, proibito la registrazione di domini di secondo livello con meno di tre lettere.

I problemi di abusi nelle procedure ICANN

Con l’avvento di oltre 500 nuovi TLD e con altre 500 nuove estensioni dominio pronte per essere lanciate, questa limitazione sembra anacronistica e sempre più registrar hanno chiesto all’ICANN di eliminare la restrizione sui domini a due lettere, per registrare così nomi a dominio del tipo uk.horse, no.music, ecc.

Se da un lato l’ICANN vuole semplificare il sistema normativo della registrazione domini, dall’altra parte i governi sono preoccupati che le nuove estensioni e la rimozione della restrizione sulle due lettere possa portare ad abusi e frodi di non poco conto. Non è difficile, infatti, immaginare come i truffatori potrebbero usare utilizzare un nome a dominio a due lettere per arrogarsi un senso di autorità e infondere fiducia nei netizens, in modo da mettere in atto qualsiasi tipo di abuso.

Così, il GAC ha prodotto un elenco di oltre 100 domini su cui chiede all’ICANN ulteriori garanzie all’atto della registrazione, come per le estensioni .DENTIST, .KIDS, .HOSPITAL, .BANK, .MORTGAGE, ecc.

L’ICANN continua a rifiutare di introdurre obblighi di verifica più restrittivi per la registrazione domini, chiedendo, invece, agli operatori dei vari registri di adottare un approccio di autoregolamentazione, aggiungendo degli impegni di interesse pubblico (PICS) per limitare e prevenire gli abusi.

Con il comunicato, il GAC chiede che sia implementato un migliore sistema di notifica in modo che anche gli enti governativi vengano messi al corrente delle eventuali richieste abusive e che il periodo di risposta a tali eventi da parte dei governi venga esteso a 60 giorni.

Insomma, l’ICANN è coinvolto nella sua stessa burocrazia, mostrando ancora una volta come la veloce Internet virtuale si scontri con una realtà molto più lenta e complessa.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.