Home News David Byrne: non è colpa dello streaming
David Byrne: non è colpa dello streaming PDF Stampa E-mail
Martedì 04 Agosto 2015 15:37

Lo streaming favorisce o danneggia la musica? È questa l’annosa domanda che da anni accompagna l’evoluzione delle tecnologie d’ascolto sulla nuvola, tra sostenitori della libertà garantita da una simile innovazione e chi, invece, sottolinea come gli introiti per gli artisti rimangono ancora troppo bassi. E dopo numerose prese di posizione dai musicisti stessi, basti pensare alle lotte di Taylor Swift nell’ultimo anno, a prendere la parola è nientemeno che David Byrne. Il leader dei Talking Heads non ha dubbi: non è colpa dello streaming, ma della mancanza di trasparenza da parte delle etichette discografiche.

Leggi il resto dell’articolo

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.