Home News Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo – 2
Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo – 2 PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Aprile 2015 15:00

Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo - 1

Nel corso del precedente post, si è visto cosa sia la cache Joomla e come le varie opzioni legate a questa metodologia di rendering delle pagine Web siano capaci di velocizzare la visualizzazione delle informazioni richieste dagli utenti.

Si è così analizzata la differenza fra la tipologia di cache conservativa e progressiva, le diverse alternative per scegliere il gestore della cache e il tempo di cache Joomla giusto, da impostare correttamente per avere buone performance sul sito.

In realtà, esistono altre due opzioni di cache che possono essere attivate sul noto CMS e che possono aiutare a migliorare ancora di più la capacità del sito di rispondere alle richieste dei browser degli utenti. Infatti, se la scelta di un buon hosting, come quello offerto da Aruba, è fondamentale per avere delle prestazioni importanti, è altrettanto importante configurare la piattaforma a puntino per potenziare ulteriormente queste prestazioni fino a renderle eccezionali.

Così, gli esperti CMS sanno di poter lavorare su altre due tipologie di cache Joomla, riguardanti le pagine dei contenuti e il browser del client.

Ecco di cosa si tratta in dettaglio.

Il Page Cache Joomla

Una delle opzioni Joomla che permettono il miglioramento delle performance del sito è l’opzione di page cache. Per impostazione predefinita, qualsiasi installazione Joomla ha questa opzione disabilitata, ma abilitarla equivale a migliorare i tempi con cui le pagine vengono visualizzate dagli utenti che si collegano al sito tramite il proprio browser.

Infatti, una volta attiva, il page cache Joomla non fa altro che scansionare tutte le pagine dei contenuti, effettuandone un’istantanea (in inglese, snapshot) che ricalca una copia fedele dell’intera pagina renderizzata agli utenti, con tanto di informazioni sui moduli e loro contenuto, sui componenti, sui plugin e sul template.

Questa copia fedele viene salvata nella cache Joomla e quando un utente ne fa richiesta, il sistema verifica la congruenza della copia presente in cache con le informazioni memorizzate sul CMS e se la pagina non ha subito modifiche viene immediatamente visualizzata dai browser degli utenti, senza che venga renderizzata nuovamente attraverso le query al database su cui si basa il CMS.

Saltando le operazioni sul database e richiamando la pagina dalla cache, la sua visualizzazione nel browser del client richiedente è sicuramente più performante e veloce.

Bisogna comunque ricordare che l’opzione di page cache Joomla è disponibile solo per la pagine Web di libero accesso, ossia quelle del sito raggiungibili pubblicamente da qualsiasi visitatore. Non rientrano in cache le pagine che possono essere visualizzate solo dagli utenti autenticati al CMS.

Per attivare il page cache Jooma, è sufficiente entrare nell’area amministrativa della propria installazione Joomla, cliccare su Estensioni/Gestione Plugin.

Digitare cache nel campo di ricerca e cliccare sulla lente di ingrandimento. Verrà mostrato il risultato relativo a System – Page Cache.

Cliccare sul pulsante presente nella colonna Stato per abilitare il plugin.

Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo - 2

Browser Cache Joomla

È possibile anche andare più in profondità e chiedere a Joomla di attivare la funzione di browser caching.

Anche il concetto di cache browser è davvero semplice. Con il browser cache Joomla attivato, ogni volta che un utente visita una pagina del sito Joomla, la pagina con tutti i suoi contenuti e le sue immagini viene copiata in una speciale area di memorizzazione del browser con cui l’utente sta navigando sul sito. Quando il medesimo utente vuole visitare nuovamente quella pagina, se nulla è cambiato il server invierà un messaggio 304 not modified e la pagina verrà recuperata direttamente dalla cache del browser locale dell’utente e non dal server presente sulla rete Internet. Poiché i file sono disponibili in locale e non devono essere scaricati, va da sé che la visualizzazione della pagina voluta è molto performante e veloce.

Per attivare anche questa opzione, è sufficiente aver abilitato l’opzione di Page Cache Joomla e cliccare sopra la dicitura System – Page Cache.

Nella nuova pagina che compare, cliccare sul pulsante Si in corrispondenza dell’opzione Usa cache Browser.

Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo - 2

Come pulire la cache Joomla

Se si attivano le opzioni di caching, il sito Joomla inizia a generare i file di cache, ossia le copie delle pagine e dei loro elementi ai quali accedere senza dover eseguire query sul database. Quando la cache è configurata, si può impostare una soglia che determina per quanto tempo il contenuto deve rimanere memorizzato nella cache (secondo il parametro del tempo di cache). Questo significa che i file di cache vecchi possono accumularsi nel tempo e possono iniziare a utilizzare molto dello spazio disco reso disponibile dal provider hosting.

Per evitare che ciò accade e che le performance, invece di migliorare, peggiorino, si consiglia di eliminare periodicamente i file memorizzati nella cache.

Joomla permette di pulire la cache del CMS secondo due modalità.

Il primo metodo di pulizia avviene effettuando una pulizia completa di tutti i file di cache in modo indistinto. È il metodo più veloce e può essere eseguito, cliccando su Sistema/Pulisci cache.

Qui si selezionano tutti i file con un segno di spunta nella casella accanto alla voce Gruppo cache e si clicca sul pulsante Elimina presente in alto a sinistra. L’operazione non è reversibile.

Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo - 2

Il secondo metodo, più lento, permette di cancellare i soli file della cache Joomla che risultano scaduti e che giacciono in cache oltre da un certo periodo. Questo può essere un processo che richiede importanti risorse computazionali sul server, soprattutto quando il CMS è ricco di elementi e contenuti, perché la piattaforma deve prima selezionare i file più vecchi e poi eliminarli. Quindi è meglio eseguire questa operazione quando il server è meno impegnato, come nel bel mezzo della notte.

Per ripulire la cache Joomla dai soli file scaduti, è sufficiente cliccare su Sistema/Elimina cache scaduta direttamente nel backend del CMS.

Cache Joomla, tutte le opzioni spiegate passo dopo passo - 2

Per confermare, cliccare sul pulsante Elimina scaduti presente in alto a sinistra.

Insomma, la cache Joomla è davvero vantaggiosa in termini di miglioramento delle performance nei tempi di caricamento, ma è anche vero che è necessario saper bene configurare tutte le opzioni disponibili e, soprattutto, manutenerne il setup.

 

ArubaQuesto articolo è offerto da Aruba.it. Aruba gestisce una propria rete di Data Center a livello Europeo ed è leader nell’erogazione di servizi di hosting condiviso in Italia con oltre 1 milione di clienti attivi. L’offerta di hosting condiviso include diverse soluzioni per il singolo professionista o l’azienda, verifica la migliore per te.  Aruba S.p.A., fondata nel 1994, è la prima società in Italia per i servizi di web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, la società gestisce oltre 2 milioni di clienti. In aggiunta ai servizi di web hosting, Aruba fornisce anche tutti una serie di servizi come server dedicati, housing e colocation o servizi managed. Aruba propone anche tutte le soluzioni nell’ambito dell’e-Security, come la firma digitale, la PEC e la conservazione sostitutiva.

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.