Home News Banda ultralarga, gli obiettivi del 2020 si allontanano
Banda ultralarga, gli obiettivi del 2020 si allontanano PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Maggio 2015 15:19

Banda ultralarga

Il Sole 24 Ore ha riportato nella giornata di ieri alcuni dati Infratel (rielaborati poi da SoSTariffe.it) relativi alla diffusione della banda larga ed ultralarga nel nostro Paese – Infratel è una società del ministero dello Sviluppo economico incaricata di mettere in atto la strategia inerente proprio l’importante progetto.

Le informazioni fanno riferimento a circa un anno fa (Giugno 2014), per le nuove proiezioni dovranno passare ancora alcuni mesi – la raccolta dati termina il 30 Giugno 2015.

In ogni caso, prosegue l’articolo, non ci si aspettano clamorosi cambiamenti per la fascia di connessioni comprese tra i 2 e 20 Megabit: Infratel afferma che velocità pari ad almeno 2 Megabit siano fruibili dal 96.7% della popolazione – giustamente ci si domanda se al giorno d’oggi siano ancora classificabili come “veloci” tali connessioni. Le percentuali non fotografano purtroppo con esattezza la situazione di ogni singola regione: si apprende ad esempio che in Molise il 13,4% della popolazione non è raggiunta dalla banda larga; soprattuto nelle zone di montagna l’utenza è raggiunta da provider che forniscono accesso alla rete tramite reti wireless.

Se si parla di banda ultralarga la percentuale scende al 22,3% per le 30 Megabit ed al 2,3% per le 100 Megabit (1% nel 2013). Anche in questo caso i valori sono soggetti a marcate variazioni in base alle aree geografiche considerate: si va ad esempio da regioni in cui i 30 Megabit non sono ancora stati resi disponibili (Valle d’Aosta,Molise, Trentino Alto Adige) ad altre in cui la copertura è superiore alla media nazionale (Lazio, Liguria, Emilia Romagna).

Il problema è che la lentezza cronica del Paese in materia continua ad essere in ogni caso una costante. Dai teorici 6 miliardi disponibili per la banda ultralarga e ancora “congelati” fino alle ripetute “bacchettate” ricevute dall’UE, niente lascia intuire che l’Italia sia in grado di rispettare gli obiettivi prestabiliti dall’Agenda Digitale e dalla stessa Unione Europea per il 2020, ovvero un tasso di adozione delle 100 Megabit pari al 50%. A meno che il possibile coinvolgimento dell’Enel (posa aerea dei cavi in fibra) cambi il corso degli eventi.

 

 

 

Tutorial

Vuoi approfondire degli argomenti specifici? Segui i miei tutorial, per dubbi o domande contattami.

Vai ai tutorial

Flickr

Guarda le mie foto su Flickr. Hai bisogno di foto particolari? Vuoi imparare a fotografare? Contattami
flickr_logo

Servizi Online

Vuoi predisporre il tuo sito web personalizzato? Hai bisogno di aiuto o consulenza?

Acquista i servizi online

Contattami

Per approfondimenti o informazioni su corsi di formazione o lavori contattami.

Richiedi uno scambio link con il mio sito.